martedì 20 febbraio 2018

Novità in Libreria - Febbraio 2018

Buongiorno Lettori, oggi torniamo a parlare di nuove uscite... le CE ci stanno sommergendo di titoli fantastici! Prendiamo il caso di Luna 2, di Nick Lake, un romanzo autoconclusivo ambientato nello spazio che mi incuriosisce da morire. Anche Nel bosco, di Michael Finkel è finito nella mia WL, non so voi ma io sono sempre attratta dalle storia che parlano del rapporto tra uomo e natura. Interessante anche La principessa si salva da sola, di Amanda Lovelace, una pubblicazione di Sperling&Kupfer che mira ad abbattere gli stereotipi femminili e che vorrei davvero leggere.







Se pensavate che i titoli belli fossero finiti, guardate con cosa ci delizierà Mondadori! Ebbene sì, è in uscita Storie della buonanotte per bambine ribelli 2 e io sono curiosissima di scoprire quali nuove biografie conterrà, ma sono certa che saranno super interessanti. Anche se non conosco le autrici mi piacerebbe molto leggere Nient'altro che noi, una storia che parla di due donne legate da una profonda amicizia e di gravidanza, e I fiori non hanno paura del temporale, di Bianca Rita Cataldi, in cui la protagonista cerca di ritrovare le sue origini per le vie di Bologna.

E cosa non poteva mancare nel mio post? Qualche bel Fantasy, ovviamente! Torna infatti in libreria A. G. Howard, autrice della serie Splintered, questa volta con un retelling autoconclusivo de Il fantasma dell'Opera intitolato Rose Blood. La copertina - tanto apprezzata da altre lettrici - non mi fa impazzire, ma penso che prima o poi lo comprerò. Per le fan della serie Captive Prince, di C. S. Pacat, esce finalmente La mossa del principe, il secondo capitolo della saga ed è previsto il terzo per marzo. Non potevo poi non innamorarmi de Il libro delle Porte, di Manlio Castagna, primo volume della serie di Petrademone, una storia di formazione che unisce l'avventura all'insegnamento e che per questo entrerà presto a far parte della mia libreria.


C'è qualche titolo che vorreste leggere tra questi?

lunedì 19 febbraio 2018

Recensione "Alice", di Elsa Hysteria

Buongiorno Lettori e bentornati sul blog, com'è andato il weekend? Fatemi sapere se avete fatto qualcosa di speciale o se avete trascorso le giornate in compagnia di un bel libro! Io ho festeggiato carnevale con Sorella e Marito, magari il prossimo anno giocherò d'anticipo e scriverò un bel post per spiegarvi come lo festeggiamo qui, potrebbe essere carino! Tornando a noi, è finalmente arrivato il momento di parlarvi della mia ultima lettura e ne approfitto per ringraziare nuovamente l'autrice!



Titolo: Alice.
Autore: Elsa Hysteria
Prezzo: 15,20€ (3,99€ ebook)
Pagine: 280
Pubblicazione: 2017
Editore: Self-Publishing (Youcanprint)



Trama: A ventisette anni Alice scopre di non sapere nulla dell’amore, della morte, né della vita. Grant, il suo fidanzato, è morto, ma Alice non amava Grant e ora ci ha pensato uno stupido incidente stradale a levarle il pensiero di ciò che sarebbero o non sarebbero potuti essere. Invece di affogare il dolore nelle lacrime, in quelle lacrime lei affoga il senso di colpa per il fatto che in realtà si senta liberata da un peso. E improvvisamente Alice è sveglia, come se fino a quel momento si fosse trovata sotto l’effetto di qualche strana anestesia, e si rende conto che per la sicurezza di una vita fatta di routine, lei ha sacrificato tutto il resto. E allora, dove può trovare le risposte a tutte le proprie domande? Nelle opere di Shakespeare, dalle quali è ossessionata? Alice vuole amare e vuole vivere, e imparerà piano piano a farlo grazie ad Andrea – amico d’infanzia ritrovato -, Simone – che sembra custodire fra le sue mani il segreto più oscuro dell’amore – e Riccardo – quello che vive alla giornata. E alla fine, riuscirà perfino a comprendere Grant, ritrovandosi più vicina a lui ora, di quanto lo sia mai stata mentre era ancora in vita.

Ormai lo sapete, quando mi imbatto in un romanzo che affronta tematiche come quelle del lutto non riesco proprio a resistere. Oltre alla copertina, che trovo meravigliosa, ad incuriosirmi era stata proprio la trama, così particolare e piena di nostalgia. Adesso che l'ho terminato posso dire che malinconia è l'aggettivo perfetto per questa storia di formazione che ho adorato e di cui, appena ne avrò la possibilità, mi piacerebbe tanto recuperare il cartaceo così da rileggerlo segnando le mie parti preferite. Fin dalle prime pagine ho trovato lo stile dell'autrice scorrevole e delicato, ma al tempo stesso toccante, sono rimasta davvero sorpresa da quanto mi abbia coinvolta, se mi seguite da un po' sapete che ho molta difficoltà ad apprezzare lo stile degli autori italiani, ma Elsa Hysteria è dotata di un talento incredibile che spero utilizzerà per scrivere tante altre emozionanti storie. C'è tantissimo potenziale nella penna di questa autrice e, sia lei che il romanzo, meritano davvero di essere conosciuti e amati da un numero più alto possibile di lettori.

La verità era che se la perfezione non esisteva, allora l'unica cosa a cui
si poteva aspirare era la perfezione di un sentimento imperfetto.

Per me si è rivelata una lettura intensa e toccante, ho trovato coraggiosa la scelta dell'autrice, che attraverso il personaggio realistico e sfaccettato di Alice ha voluto affrontare delle tematiche delicate e scomode. La vita della protagonista viene infatti stravolta dall'improvvisa morte del fidanzato ma, anziché sentirsi devastata dalla perdita, il cuore di Alice è finalmente libero da quella relazione vuota e apatica al quale da anni, per comodità, era legata. Divisa tra il sollievo e i sensi di colpa e sempre a caccia di risposte, la protagonista finirà con l'avvicinarsi a nuovi personaggi, tutti realistici e unici che, ognuno a modo proprio, le staranno accanto in una fase della sua vita delicata e incerta. Seppur completamente diversa da me, ho subito legato con Alice, l'ho trovata umana e imperfetta, vera come pochi altri. Questo romanzo di formazione, ricco di insegnamenti e di valori, è capace di mettere il lettore faccia a faccia con il dolore - o con l'assenza di esso - e con gli errori che commettiamo. L'ho trovata una storia incredibilmente sincera, nel bene e nel male, che offre moltissimi spunti di riflessione ma che, in mezzo a questo vortice di emozioni, sa anche far sorridere. Non posso far altro che consigliarvelo se cercate una storia che parli di amore in tutte le sue sfumature e che sappia commuovervi e regalarvi grandi insegnamenti. Farò tesoro di questa lettura unica e speciale, in cui la musica e i sentimenti hanno una grandissima importanza.

Cosa ne pensate di questo libro, vorreste leggerlo?

sabato 17 febbraio 2018

In My Mailbox - (Regali di San Valentino)


Giuro che quando ho detto al Marito "a San Valentino niente regali" ero seria. Ma pensate che lui mi abbia dato retta? Ovviamente no, e così mercoledì mi sono trovata ad aprire questo mega pacco di Amazon pieno di libri nuovi e meravigliosi che, guarda caso, erano proprio quelli che al momento desideravo di più... qualcuno è stato attento, punto al Marito! Il contenuto ve l'ho già mostrato su Instagram quindi forse non vi è nuovo, ma direi di iniziare da quello che per primo ha catturato la mia attenzione: il cofanetto di Firebird, di Claudia Gray! Come forse saprete ho amato moltissimo i primi due volumi di questa trilogia Sci-fi e l'annuncio che il capitolo conclusivo sarebbe stato venduto solo all'interno del cofanetto, e non singolarmente, mi aveva fatto girare le scatole... però cosa ci possiamo fare, meglio così che restare con l'ennesima serie troncata. Non penso servano altre parole, esteticamente è tutto molto bello e non vedo l'ora di leggere La resa dei conti per scoprire finalmente come si concludono le appassionanti avventure di Marguerite.



E dopo averla tanto bramata, finalmente posso stringere tra le mani anche la trilogia Rebel, di Alwyn Hamilton! Ho fatto il filo a questi romanzi per tantissimo tempo, pur essendo stati tradotti dalla Giunti, da me non c'era verso di trovarli. Ho setacciato ogni libreria da quando sono usciti, ma senza successo, quindi potete capire la mia gioia. Devo dire che le atmosfere da Mille e una Notte in genere non mi affascinano, ma in questo caso ho sentito subito una fortissima attrazione per questa trilogia e adesso non vedo l'ora di avere un momento di tranquillità per buttarmici a capofitto.



Secondo voi poteva forse mancare un bel Fantasy per ragazzi? Ovviamente no, soprattutto se si tratta del nuovissimo volume di una delle mie saghe preferite... sì, stiamo parlando de L'Accademia del Bene e del Male! Missione per la Gloria è considerato il quarto capitolo della serie, che però giunge a una sua conclusione alla fine del terzo volume. Questa nuova avventura può essere infatti presa come la prima di una seconda trilogia, che vede come protagoniste sempre Agatha e Sophie, ma sarà ambientata a Camelot. Se non amate le saghe troppo lunghe quindi niente paura, niente vi vieta di fermarvi alla prima trilogia. E in ultimo un altro romanzo appena uscito che, in modo prepotente, ha richiamato la mia attenzione. A un primo sguardo Fandom non sembra avere niente in più rispetto ai tanti YA Fantasy usciti negli ultimi anni, eppure da quanto ne ho letta la trama non sono più riuscita a togliermelo dalla testa, non mi resta che sperare in una buona lettura!


Se avete letto questi libri fatemi sapere cosa ne pensate!

venerdì 16 febbraio 2018

5 cose che - 5 film poco conosciuti

Buongiorno Lettori e buon venerdì, come state? Qui tutto bene, la settimana di vacanze di carnevale sta finendo ma domani ci resta ancora un corteo a cui partecipare travestiti da pirati e, alla sera, andrò a festeggiare con Marito e Sorella, speriamo non faccia troppo freddo. Oggi però è tempo di una nuova puntata di questa simpatica rubrica, non sono un genio quando si tratta di film ma spero di aver scelto qualche titolo di vostro interesse, fatemelo sapere qui sotto in un commento!



5 FILM POCO CONOSCIUTI

Prima di iniziare faccio una premessa grande come una casa: bazzico pochissimo nel mondo del cinema quindi non ho modo di sapere se i film che ho scelto sono davvero poco conosciuti. Riconosco che in alcuni ci sono attori famosi, ma sono tutte pellicole di cui non sento mai parlare, fatemi sapere se ho toppato alla grande o se, effettivamente, non conoscevate questi film. Per iniziare ho scelto Penelope, uno dei miei film preferiti di sempre. Nel ruolo della protagonista recita la splendida Christina Ricci e si tratta di una commedia di genere fantastico, leggera e fiabesca. Tra l'altro ruberei volentieri tutto il guardaroba della protagonista, invidio da morire quel cappottino viola e tutte le sue scarpe! Vi cito poi Mune - Il guardiano della luna, un film d'animazione francese che ho scoperto una sera facendo zapping in Tv. Mi è piaciuto davvero molto e in seguito ho scoperto che ha vinto alcuni premi, tutti meritati. Si tratta di un cartone insolito, divertente, che mi ha in parte ricordato il più famoso Le 5 Leggende. Una pellicola che sono piuttosto certa non conosciate è Una campana per Ursli, girato nei Grigioni in mezzo ai monti in cui ho passato l'infanzia. Questo film svizzero è tratto dall'omonimo libro per ragazzi scritto da Selina Chönz, che da piccola ho letto in romancio e che adoravo. Passo poi a Tomorrowland - Il mondo di domani, film di avventura per ragazzi che mi è piaciuto molto. Non sono una grande fan di George Clooney di solito, ma questo mix di azione e fantascienza mi ha proprio conquistato. E concludo con uno dei film più divertenti che ho in casa ovvero Benvenuti a Zombieland, una commedia Horror a tema zombie con la bellissima Emma Stone e il geniale Woody Harrelson. Non penso sia poco conosciuto, ma ne sento parlare troppo poco per i miei gusti, se vi piace il genere merita assolutamente una visione!


E voi quali film poco conosciuti mi consigliate?